Volvo FMX

A solo tre anni dal lancio del primo Volvo FMX, una nuova versione è pronta per prenderne il posto. 

Massa totale
18-120 tonnellate

Motori
D11K: 330, 370, 410, 450 CV
D13K: 420, 460, 500 CV

Cabine
Cabina corta, Cabina lunga, Cabina Globetrotter
Sospensioni pneumatiche del Volvo FMX
A tutto gas anche su strade come queste

A causa di una scarsa altezza da terra, finora le sospensioni pneumatiche sono state utilizzate prevalentemente per le applicazioni su strada. Questo fino a quando alcuni ingegneri di Volvo Trucks hanno deciso di trasformare le sospensioni pneumatiche, combinandone il comfort e l'efficienza con l'altezza da terra delle sospensioni a balestra.

In cantiere i bracci delle sospensioni e i soffietti pneumatici che sporgono al di sotto dell'assale, sono spesso in pericolo, semplicemente perché questi interferiscono con l'altezza da terra. "Ecco perché abbiamo posizionato questi componenti al di sopra dell'assale motore, dove risultano meno vulnerabili", spiega il Product Planner Bosse Franzon. "Questo assicura un'altezza da terra di almeno 300 millimetri e le sospensioni non si trovano più sulla linea di fuoco di pietre e rocce".

Indulgenti ma decisi

Anche gli stabilizzatori perfezionati svolgono un ruolo importante nelle nuove sospensioni pneumatiche. Ruotati verso l'alto e collocati al centro tra gli assali, trasmettono ora le forze esercitate dalla strada e dal rimorchio alla parte più rigida del telaio, aumentando così la stabilità al rollio.

"Le sospensioni pneumatiche dispongono di un sistema di controllo intelligente che ottimizza la distribuzione del carico tra gli assi, per garantire la massima stabilità di ribaltamento", aggiunge lo Strategic Planner Peter Frleta. "Chiunque pensi che i ribaltabili con sospensioni pneumatiche siano più soggetti a impantanarsi rimarrà sorpreso".

Non più sulla linea di fuoco di pietre e rocce

A cosa serve il comfort se si trasporta ghiaia?

Poiché conosce l'effetto di vibrazione che si verifica quando si guida in cave dissestate, Peter Frleta ritiene che proprio in questi ambienti le sospensioni pneumatiche rappresentino la scelta ideale: "Le vibrazioni passano dal telaio alla cabina e al conducente, che si sente sballottato e scombussolato". Dopo un momento di pausa continua: "Non sorprende quindi che i conducenti che hanno testato le nuove sospensioni pneumatiche siano stati lieti di proseguire con la prova. Non desideravano certo tornare alla fatica di guidare un camion convenzionale".

Ma la riduzione delle vibrazioni avvantaggia anche il veicolo, che subisce meno danni con un conseguente aumento dell'operatività. Come se non bastasse, una velocità superiore incrementa la produttività. "Abbiamo rilevato un aumento di 5-10 km/h derivante dal maggiore comfort", aggiunge Peter Frleta.

Sbalzo più corto

Grazie al design delle nuove sospensioni pneumatiche, dietro l'assale posteriore non sono presenti elementi che interferiscono con il ribaltamento. Questo consente di effettuare il ribaltamento, ad esempio, direttamente in una finitrice. "Il fulcro di ribaltamento può essere posizionato molto vicino alle ruote posteriori, grazie allo sbalzo più corto. I vantaggi sono numerosi, ma è naturale se si considera che si tratta delle prime sospensioni pneumatiche appositamente progettate per la cantieristica", dichiara Bosse Franzon.

In tutta la gamma

Le nuove sospensioni pneumatiche sono disponibili per le configurazioni degli assali 4×2, 6×4 e 8×4. Questo include il concetto Tridem, in grado di gestire un peso lordo di 36 tonnellate sul carrello a tre assi e altre 10 sulla parte anteriore, per una capacità totale di 46 tonnellate. I soffietti pneumatici, come tutti gli altri componenti delle sospensioni pneumatiche, sono stati posizionati più in alto.

Peter Frleta

Il meglio, niente di meno

Il Volvo FMX con telaio extra-alto per la cantieristica può essere richiesto con sospensioni pneumatiche posteriori combinate con freni a tamburo o a disco. Secondo Bosse Franzon, insieme alle configurazioni Tridem questa è la chiave della straordinaria manovrabilità del veicolo. "La possibilità di scegliere i freni a disco implica la disponibilità della Sterzatura Dinamica Volvo. Grazie alla presenza del meglio in termini di sospensioni, freni e sterzo, il veicolo acquisisce un carattere completamente nuovi".

Peter Frleta gli ricorda l'I-Shift. "Se è così, allora il mio lo voglio anche con la migliore trasmissione".

Scoprite di più sulle sospensioni pneumatiche posteriori per i veicoli per la cantieristica

7
Sospensioni pneumatiche