"Il design è la celebrazione dei conducenti di camion"

Quando entriamo nello studio di design top-secret, Asok George si ferma di fronte al nuovo Volvo FH. "Ogni volta che lo scoprono, devo fermarmi e guardarlo un attimo. È tutto nuovo, ma senza dubbio abbiamo davanti un veicolo Volvo".

Asok George è responsabile della progettazione degli esterni del nuovo Volvo FH, ma tutti i membri del team di design avevano come priorità la creazione di una personalità unica e inconfondibile. "Grazie al parabrezza inclinato, è sempre stato facile distinguere il Volvo FH. E continuerà ad essere così", conclude Asok George. Ora il parabrezza è raddrizzato per creare più spazio in cabina e l'angolo del tetto è ancora più evidente. Grazie a questa caratteristica, la cabina ha un profilo inconfondibile.

Inconfondibilmente Volvo

"Non si deve passare inosservati quando si guida un Volvo. Il nostro obiettivo è creare il veicolo più facilmente riconoscibile sulla strada", dichiara Asok George.

Carina Byström, Interior Designer.
Carina Byström, Interior Designer.
Passiamo da un lato all'altro della cabina. Asok George e Rikard Orell, Director of design presso Volvo, sottolineano caratteristiche e dettagli diversi. I punti di giunzione compatti tra i componenti della carrozzeria, il montaggio accurato e le finiture che sono state realizzate. Le linee e le curve della cabina, ovvero quelli che i progettisti chiamano "elementi grafici". In questo caso, l'obiettivo era creare una forma solida, non solo un frontale e due lati. Ecco perché linee ed elementi grafici proseguono intorno a tutta la cabina. Ma ancora più importante delle linee è la posizione, il carattere del veicolo.

"Sì, è fondamentale. Deve esprimerne l'efficienza e la dinamicità. Deve sembrare che si muova anche quando è fermo", dice Asok George.

Il nuovo Volvo FH sembra proteso in avanti con le ruote premute a terra, pronto a scattare. Sono gli elementi grafici a creare, almeno in parte, questa impressione: un'area importante del design è la progettazione dell'alloggiamento delle ruote e del parafango. Nella svasatura dei parafanghi, la parte superiore si estende in avanti e verso il basso, creando una linea dinamica che rafforza la forma del passaruota.

Uno spazio più ampio e luminoso

Saliamo in cabina. Lasciamo l'area di progettazione di Asok George ed entriamo nel regno della designer di interni Carina Byström. L'interno è arioso e luminoso, nonostante l'illuminazione dello studio non sia certo ai livelli della luce del giorno. Parte del merito spetta all'uscita di emergenza sul tetto, che funge anche da tettuccio apribile, ma la cabina presenta anche finestrini più grandi.

"Volvo è un marchio che si preoccupa delle persone.
Speriamo che questo si percepisca anche nel design".

"Il design aumenta la sensazione di spazio in cabina. Ecco perché abbiamo creato linee ampie e ariose e superfici pulite", dice Carina Byström.

"Prendiamo la plancia: si estende da montante a montante, sottolineando l'ampiezza della cabina", aggiunge Rikard Orell. Come per l'esterno, la progettazione interna della cabina deve esprimere la filosofia di Volvo e l'eredità scandinava. "Forme e sagome devono essere reali", dice Rikard Orell. "Non complicate o artificiali".


Asok George, Exterior Designer
Asok George, Exterior Designer

I dettagli che fanno la differenza

Le superfici e i materiali hanno richiesto molto lavoro. Per i materiali sono previsti requisiti severi: l'usura è un problema e tutto deve durare.
 
"La qualità è importante, i nostri clienti sono esigenti al riguardo. Ed è giusto che lo siano", afferma Rikard Orell.
 
Il caratteristico profilo del Volvo FH è dovuto anche a un altro dettaglio: gli specchietti laterali.

"Volevamo rendere più sottili gli specchietti, in modo che non precludessero tanto la visibilità. Ora è possibile ruotare l'intero specchietto, non solo lo specchio all'interno del grande alloggiamento", spiega Asok George.
 
Lo specchietto più sottile riduce anche la resistenza all'aria. Nonostante sia più alto del modello precedente, all'avanguardia nell'aerodinamica, il nuovo Volvo FH è altrettanto aerodinamico.
 

"Arrotondando ulteriormente gli angoli, siamo riusciti a creare una cabina con una resistenza all'aria leggermente inferiore", dice Asok George. Anche il montaggio dei componenti svolge un ruolo fondamentale. Ad esempio, la giuntura tra la parte superiore e inferiore della cabina è completamente chiusa. In questo modo, vengono coperti motore, sospensioni e dettagli altrimenti visibili attraverso la fessura. "Il veicolo è più compatto ovunque. Di conseguenza, il vento passa intorno alla cabina, anziché attraversarla. Si ottengono così risultati eccezionali in termini di aerodinamica e riduzione dei consumi", spiega Asok George.
Anche i colori degli esterni contribuiscono a creare una prima impressione di durata.
Anche i colori degli esterni contribuiscono a creare una prima impressione di durata.
 

Eccezionale senza intimidire

Il design esprime fiducia in sé, senza essere aggressivo. Naturalmente, l'idea è di attrarre sia gli operatori, sia gli autisti. "Negli ultimi anni, il valore di un conducente esperto è aumentato drasticamente. Guidare un veicolo è un'arte. Per me il design è la celebrazione degli autisti di camion di tutto il mondo", dichiara Rikard Orell. Ma gli autisti non sono i soli a dover essere soddisfatti.

"I nostri clienti sono non solo gli operatori di trasporto, ma tutta la società, ovvero chiunque entri in contatto con il veicolo mentre è in uso. È fantastico che la gente trovi imponenti i nostri veicoli, ma non deve esserne intimidita", prosegue Rikard Orell.
 
"Volvo è un marchio che si preoccupa delle persone. Speriamo che questo si percepisca anche nel design", conclude Asok George, lanciando un'ultima occhiata al camion prima che venga nuovamente coperto dal telo grigio. .

1
Design