Un'auto da corsa sotto il cofano

Ispirato al mondo delle gare, il nuovo I-Shift Dual Clutch definisce un nuovo standard per la guidabilità. È la prima volta che un veicolo per il trasporto di merci pesanti viene dotato di una tecnologia del cambio di questo tipo. "È una sensazione magica", dichiara Björn Lyngsö, Project Manager di I-Shift Dual Clutch. "Massima potenza sempre disponibile".

Una trasmissione a doppia frizione consente cambi di marcia molto più rapidi. Le frizioni lavorano in parallelo, con una marcia sempre innestata. "È come avere due cambi I-Shift che si scambiano in una frazione di secondo. Quando si ha la prima marcia innestata su un cambio, la seconda marcia è già innestata sull'altro", spiega Björn Lyngsö. "I cambi sono fluidi e silenziosi".

Stimolare l'innovazione

Il team Transmission di Volvo si è basato sulla tecnologia sviluppata per il famoso I-Shift. "Questa volta abbiamo compiuto un ulteriore passo avanti, aggiungendo funzionalità assolutamente uniche, in modo da creare una nuova trasmissione e assicurare guidabilità e comfort superiori, oltre a uno strumento per cambi ottimizzati. Poiché sono stati aggiunti solo 120 mm, il design è molto compatto e l'efficienza nei consumi non è stata compromessa. È la stessa di I-Shift", dichiara Astrid Drewsen, Product Manager Driveline.

Se si unisce questa innovazione con il più potente motore Euro 6 di Volvo, il D13, "si ottiene una combinazione davvero eccellente", afferma Astrid Drewsen. "Anche a un numero di giri molto basso produce 2600 Nm di coppia e la trasferisce alle ruote in modo omogeneo e costante. In ogni situazione".

Il piacere della guida

Questo flusso costante di potenza e coppia assicura una guida senza problemi in discesa, in salita e su qualsiasi terreno. "I-Shift Dual Clutch sceglie il modo più intelligente ed efficiente per cambiare marce ed è in grado di saltarne alcune per mantenere una guida più economica. Il successivo cambio di marcia ottimizzato viene eseguito quando si rende necessario. Questa operazione avviene in modo semplice e rapido ed è quasi impercettibile, poiché la potenza non subisce interruzioni", dichiara Astrid Drewsen.

"Nessun problema in caso di cambi di marcia in curva: la trazione è sempre disponibile. Uno dei collaudatori l'ha paragonata ad avere le ruote motrici incollate alla strada", aggiunge Björn Lyngsö.

Trazione e accelerazione sono ulteriormente migliorate, anche con carichi pesanti su rotatorie e ai semafori. "È possibile guadagnare velocità rapidamente e mantenerla costante anche in presenza di pendenze, con un conseguente aumento della produttività", afferma Björn Lyngsjö.

Conducente soddisfatto, veicolo in condizioni ottimali

Potrete rilassarvi anche nelle situazioni più difficili, ad esempio in salita o su terreni fuoristrada bagnati. "La potenza viene fornita direttamente alle ruote in ogni momento, riducendo così al minimo i rischi di slittamento o perdita di presa, evitando così situazioni di stress e preoccupazione del conducente per la sicurezza. Con I-Shift Dual Clutch, il conducente può rilassarsi e mantenere il controllo in ogni situazione", sottolinea Astrid Drewsen.

Anche la scelta del cambio di marcia più intelligente contribuisce a ridurre lo stress complessivo esercitato sul veicolo. "Un funzionamento più omogeneo garantisce vantaggi per il camion e la catena cinematica, riducendo l'usura del veicolo", aggiunge Astrid Drewsen.

"Il nuovo-Shift Dual Clutch rappresenta il modo più intelligente ed efficiente per cambiare marce"

"È come guidare un'auto"

Due novità mondiali hanno portato la manovrabilità su strada a un livello ancora più alto. Grazie alle sospensioni indipendenti e allo sterzo a pignone e cremagliera, il Volvo FH ha acquisito caratteristiche prima disponibili solo sulle auto.

Può essere difficile tenere in carreggiata un veicolo su strade strette e sconnesse. "Spesso, su strade simili un'auto è più facile da manovrare. Il conducente è seduto molto più in basso e ha margini maggiori", dice Niklas Fröjd, specialista in dinamica dei veicoli in Volvo. L'auto ha un altro vantaggio: le sospensioni indipendenti. Ogni ruota dell'auto ha un proprio assale, così può muoversi indipendentemente dalle altre.
 
"Sui camion, ogni coppia di ruote condivide un assale. Quindi, una ruota influenza in larga misura il movimento dell'altra", spiega Niklas Fröjd. Il nuovo Volvo FH pareggia un po' le cose. Scegliendo le nuove sospensioni anteriori indipendenti (IFS), avrete caratteristiche di manovrabilità su strada che superano qualsiasi altro veicolo per il trasporto di merci pesanti.
 
"La sensazione di guidare un'auto diventa standard con tutti i nuovi veicoli Volvo FH. Ma le sospensioni anteriori indipendenti (IFS) fanno un altro passo in avanti. Il camion oscilla meno in curva e fila dritto come una freccia lungo i rettilinei, anche se la strada è sconnessa", dice Niklas Fröjd.

Più manovrabilità e maggiore precisione

Le sospensioni anteriori indipendenti (IFS) sono il presupposto per un'altra innovazione mondiale nei veicoli pesanti: lo sterzo a pignone e cremagliera. Usata prevalentemente nel settore automobilistico, questa tecnologia migliora la sensazione di controllo sulla sterzata e di contatto con la strada. Quando si gira il volante su un veicolo con sistema a pignone e cremagliera, le ruote rispondono immediatamente. "La differenza tra guidare un camion e guidare un'auto non è mai stata tanto ridotta", dichiara Stefan Axelsson, responsabile del gruppo Volvo che ha ottimizzato le nuove caratteristiche relative alla manovrabilità. Quando si parla della manovrabilità, spesso si dimentica di dire quanto questa influenzi l'efficacia del conducente e, di conseguenza, la redditività dell'azienda. "Buone caratteristiche di manovrabilità rendono la guida meno stancante. e contribuiscono a mantenere vigile il conducente e a una guida sicura", dice Stefan Axelsson. "Inoltre, un conducente attento e vigile offre un'immagine migliore dell'azienda una volta giunto a destinazione per la consegna al cliente".

Stabilità e precisione di manovra sono state ottimizzate in tutti i nuovi Volvo FH

Elevata stabilità al rollio della cabina e smorzamento d'imbardata ben bilanciato sia per la cabina che per il telaio. Questi sono i fattori principali che hanno aumentato del 50% la stabilità al rollio delle cabine del nuove FH.
 
"Un esempio è rappresentato dalle sospensioni nella parte posteriore della cabina. Queste sono state spostate di 25 cm, in modo da incrementare considerevolmente la stabilità al rollio", afferma Stefan Axelsson. La maggiore stabilità della cabina, combinata con la nuova geometria e il design ottimizzato delle sospensioni anteriori e posteriori, assicura al nuovo veicolo una stabilità direzionale superiore.
 
Tutto questo offre al conducente una maggiore sensazione di precisione e controllo, rendendo la guida meno faticosa e più sicura. "Chiunque abbia partecipato allo sviluppo delle nuove caratteristiche di manovrabilità su strada è davvero orgoglioso del risultato ottenuto", affermano Niklas Fröjd e Stefan Axelsson.

Ulteriori Info.
2
Guidabilità