L'essenziale in evidenza

Riduce il tempo in cui il conducente distoglie lo sguardo dalla strada, con conseguente diminuzione del pericolo di incidenti: è stato questo il concetto che ha guidato la progettazione del quadro strumenti del nuovo Volvo FH. Assicura una maggiore flessibilità del quadro e una minore distrazione visiva.

Le superfici uniformi e pulite rendono l'ambiente di guida più armonioso. Un buon esempio è rappresentato dal display secondario (SID), che è stato integrato all'interno della plancia per non ostacolare il campo visivo.

Un altro aspetto importante è rappresentato dal miglioramento della qualità dell'immagine degli schermi.

"I nuovi schermi sono caratterizzati da maggiore contrasto, nitidezza e colore. È inoltre più semplice navigare tra i menu e trovare ciò che si sta cercando," spiega Nina Theodorsson che si è occupata del quadro. Ciò consente di individuare le informazioni più facilmente. Anche i pulsanti e le leve necessarie per controllare il veicolo dovrebbero essere facili da individuare e utilizzare. Questo è il motivo per cui i pulsanti hanno superfici che permettono alle dita di distinguerli, e una sensazione univoca di scatto.

"Il Volvo FH è il primo veicolo con inclinazione del piantone. Il segreto sta nel volante"

Ridisposizione dei pulsanti

"Il conducente o l'operatore può semplicemente riorganizzare le posizioni di molti dei pulsanti, in modo tale che le funzionalità utilizzate con maggiore frequenza risultino più a portata di mano", spiega Nina Theodorsson. La maggior parte dei pulsanti fissi è stata collocata nei pressi dell'area controllata. Nella portiera sono presenti i pulsanti per i finestrini e gli specchietti laterali, nel soffitto per le luci intermittenti gialle, il microfono e così via. "Si trovano posizionati nei punti in cui è più probabile che li si cerchi", spiega Nina Theodorsson. "Nel complesso queste modifiche contribuiscono a creare un ambiente di lavoro più sicuro per i conducenti e a ridurre i danni per il veicolo". "Adesso i conducenti possono tenere gli occhi dove dovrebbero essere: sulla strada".

Tutte le taglie sono le benvenute

Basso o alto, di corporatura minuta o robusta, ogni conducente può avere una posizione comoda. Il nuovo sedile di guida possiede un'imbottitura migliore ed è più versatile. Il segreto sta nel volante. Grazie all'inclinazione del piantone, una caratteristica che viene associata al lusso, il volante ora può essere non solo alzato o abbassato, ma anche inclinato. "Se le braccia sono posizionate un po' più in basso, la guida migliora", spiega Peter Johansson, Design Engineer presso Volvo. Oltre a poterlo alzare e abbassare, il volante può essere inclinato fino a 40 gradi, 10 dei quali derivano dalla funzione di inclinazione del piantone. Un volante più verticale, che rende il Volvo FH simile a un'auto normale.

Postazione del Volvo FH

Gamma estesa di regolazioni per il sedile

Saranno in particolare i conducenti più alti ad apprezzare l'estensione delle regolazioni per il sedile di guida. Per la precisione, nel Volvo FH, quest'ultimo può scivolare più indietro di 4 centimetri. Nel complesso, il sedile può avanzare o arretrare di 24 centimetri (il risultato migliore della categoria). È disponibile una regolazione verticale di 10 centimetri per alzare o abbassare il nuovo sedile.

Il sedile si distingue inoltre, per una nuova forma. Tra le altre caratteristiche, presenta supporti laterali migliorati e un appoggio più lungo per le gambe. Tuttavia questa è un'area insidiosa: per le gambe, l'appoggio non deve essere troppo corto, ma nemmeno eccessivo, altrimenti sarà più difficile salire e scendere dal sedile. "Il nuovo sedile è sorprendente, se si pensa che è stato progettato in modo da adattarsi ai conducenti di quasi ogni taglia", spiega Peter Johansson.

4
Postazione