Volvo FMX

A solo tre anni dal lancio del primo Volvo FMX, una nuova versione è pronta per prenderne il posto. 

Massa totale
18-120 tonnellate

Motori
D11K: 330, 370, 410, 450 CV
D13K: 420, 460, 500 CV

Cabine
Cabina corta, Cabina lunga, Cabina Globetrotter
Diametro di sterzata del Volvo FMX
Risparmiate tagliando le sterzate

Per ottenere una manovrabilità superiore, l'ideale è posizionare in modo strategico due o tre assali sterzanti. Il concetto Tridem è ora disponibile con nuove sospensioni pneumatiche appositamente progettate per il segmento della cantieristica.

Diametri di sterzata ridotti si rivelano utili non solo negli spazi ristretti. Peter Frleta, della pianificazione strategica, spiega come il maggior risparmio spesso sia dato dal tempo. "Non serve che sia una curva a gomito. Spesso una svolta stretta della strada è sufficiente per costringere il conducente a fermarsi, girare, fare retro e girare ancora. Il Tridem elimina quasi completamente il problema. Consente persino di guidare in piccole aree residenziali e scaricare all'interno di un giardino" e il tempo risparmiato nella svolta aumenta la produttività dell'operatore.

Eccellente stabilità in ribaltamento

Tridem con sospensioni pneumatiche

"Consigliamo il Tridem per la cantieristica sia su strada che su ghiaia, perché insieme alle nuove sospensioni pneumatiche e alla maggiore altezza da terra rende il veicolo estremamente versatile. Inoltre, le resistenti barre stabilizzatrici sui tre assali subito sotto il carico offrono un'eccellente stabilità di ribaltamento", spiega Peter Frleta mentre il Product Planner Bosse Franzon entra nella stanza.

"Quando il veicolo è scarico e l'assale trainato è sollevato per risparmiare carburante, anche la trazione sulle ruote motrici migliora. Di conseguenza, la combinazione di maggiore altezza da terra e assale trainato sollevato permette di affrontare le salite più ripide senza rischiare di bloccarsi".

Bosse Franzon

Su strada e fuori strada

"Spesso un solo bloccaggio del differenziale interasse è sufficiente per consentire al Tridem di spostarsi agevolmente sui terreni più scivolosi", dichiara Peter Frleta, "ma anche durante la guida su strada offre prestazioni ottimali. Manovrabilità e comfort nei cantieri e manovrabilità con minor consumo di carburante su strada".

Consumo ridotto di carburante e conducenti

Poiché nel segmento della cantieristica i veicoli vengono guidati per almeno metà del tempo senza carico, la possibilità di sollevare un asse può consentire un notevole risparmio di carburante. E considerati gli scossoni trasmessi da un veicolo vuoto utilizzato in cantiere, le sospensioni pneumatiche contribuiscono al benessere dei conducenti.

L'ultima parola

Bosse Franzon spiega che il concetto di Tridem è nato in Scandinavia e che la Svezia è uno dei paesi in cui spesso i nuovi progetti edilizi iniziano con la costruzione di una strada. "Il principale vantaggio offerto da Tridem è la possibilità di utilizzarlo con efficienza su diverse superfici e in varie situazioni, anche nelle svolte più strette".

A queste parole, Peter Frleta alza il pugno e dichiara: "Più assali per il cantiere".

Scoprite di più sui vari assali multipli sterzanti

4
Tridem